OPI contest, parte 1°: Marquis d’Mauve

Ciao!!!
Oggi parlerò degli smalti che ho ricevuto da OPI Italia per il suo contest riservato alle blogger!
Nel cubico pacco che ho trovato, ben protetti da tanti cubetti di polistirolo, due smalti, di cui uno scelto da me e uno scelto dallo staff OPI: Marquis d’Mauve e Suzi Says Feng Shui.

Li ho subito provati e posso dire che sono totalmente diversi come lo yin e lo yang. Uno è un colore caldo, l’altro è freddo; uno appartiene ad una collezione recente e l’altro è ormai fuori produzione e la lista potrebbe continuare.
Mi sono divertita molto a testarli e trovare le differenze.
In questo post parlerò dello smalto che OPI ha scelto: Marquis d’Mauve.
Marquis d’Mauve faceva parte di una collezione autunno/inverno del 2002, chiamata European Collection, dai toni caldi e sensuali e che potete vedere in questo album Flickr.
Quando ho aperto la boccetta,la cosa che ho subito notato era il suo odore che ricordava molto quello degli smalti che usavamo a casa agli inizi del 2000.
La tonalità di questo smalto è molto difficile da descrivere in poche righe, anche perchè il nome non rispecch
ia fedelmente quello che ho avuto sulle mie unghie.
Mauve significa malva, giusto?
Ebbene, Marquis d’Mauve è soprendentemente complesso, infatti dalla boccetta sembra rame intenso, sulle unghie cambia a seconda della natura della fonte luminosa.
Può avere una forte componente aranciata con la luce naturale del tardo pomeriggio (foto n°2), oppure essere un ramato leggermente rosato o, ancora, un carminio con la luce artificiale. Ciò che mi piace di questo smalto e che si accende di tantissimi bagliori rossi e dorati (shimmery) e che ha una brillantezza quasi “a specchio”. Caro mr. OPI, hai misteriosamente capito che adoro i colori brillanti come questo.

La consistenza di Marquis è liquida ma abbastanza facile da applicare e tenere sotto controllo.
L’applicatore di questo smalto è lungo e sottile (foto n°4) e, stranamente, mi sono trovata a mio agiocon questo rispetto ai nuovi “Pro Wide Brush”. Consiglio di utilizzare un top coat con questo smalto, perchè tende a rovinarsi in superficie rapidamente e a durare poco, almeno su di me (3 giorni e mezzo- 4).
Infatti, dopo aver dormito ho notato su alcune unghie alcune incisioni, come se lo smalto non si fosse mai asciugato del tutto e che alcune unghie ne avessero scalfite altre.
Ciò che non mi piace di questo smalto è la formula. Marquis d’Mauve è traslucido e bisogna stendere tre strati sottilissimi di smalto per avere una tonalità simile alla boccetta e per coprire interamente il colore naturale dell’unghia, ma il terzo strato si asciuga lentamente e bisogna usare il trucco dell’acqua fredda per non rischiare di rovinare la manicure.

Chi segue il blog sa che mi diverto a fare delle foto a tema con gli smalti che ho, è il momento de l’ “artistic photo time”!
Marquis d’Mauve è un colore opulento e mi ha isprirato questi scatti. Notate come appare il colore nella boccetta.

Questo colore è perfetto sia sulle mani di una ragazza sia su quelle di una donna matura. E’ il classico colore che una madre “ruberebbe” alla propria figlia!
Spero che in futuro Marquis d’Mauve venga riproposto alla vendita, ma con la formula rinnovata e potenziata, senza le note “big 3” e con un’ asciugatura rapida, ovviamente.

Ecco alcune informazioni:
nome: Marquis d’Mauve
codice: NLE11
collezione: “European Collecion” w/f 2002
ml: 15

Solitamente gli smalti OPI vengono venduti a 15 € e possono essere acquistati nel sito http://www.opishop.it/ oppure in un centro estetico o profumeria che distribuisce questa marca. Girovagando tra i canali televisivi ho visto che il canale di televendite QVC spesso propone i prodotti OPI, tuttavia io non sono una grande fan delle televendite.
E’ difficile alle volte trovare un negozio che venda smalti OPI, soprattutto se si vive in paesi piccoli come il mio. Spesso mi reco a Napoli per studio e so che da Pepino in via Chiaia sono disponibili.
Lo so, spesso comprare smalti, e in generale cosmetici, in rete non è molto pratico perchè i colori sullo schermo non sono molto veritieri, ma potete compensare facendo ricerche in rete.
Ecco alcuni fonti che spulcerei prima di un acquisto sul sito OPI e che vi consiglio:

Flickr (ricerca con parola chiave OPI)
blog: “The Hungry Asian”
blog: “Also Known As…” .

Queste due blogger-amanti degli smalti americane sono le mie preferite, hanno recensito delle collezioni che presto arriveranno in Italia (Pirates of the Caribbean, Femme de Cirque, shatters…) e pubblicano foto di alta qualità.

Ecco altri link utili in rete:

http://www.opishop.net/negozio/
http://www.opi.com/
http://www.opinailart.it/
http://www.facebook.com/#!/pages/OPI-Italia/115104491863040

Ringrazio lo staff di OPI Italia per la grande opportunità.
Tra tante bloggers, non so quante possibilità di riuscita io abbia, ma sono molto felice di ciò che ho fatto.
Grazie per aver visitato il blog!
Nel prossimo post vedrete Suzi Says Feng Shui, le mie considerazioni finali e altro…
felice notte
Valens

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...